x
 
 
 
Soroptimist International Club di Varese
 
x x x
 
Soroptimist International d'Italia   Prima del restauro - dettaglioIl degrado del dipintoL'operazione di pulituraDopo il restauro - dettaglio
x x x
  • Home
x
  • Etica
x
  • Obiettivi
x
  • La nostra storia
x
  • Cariche
x
  • Circolari
x
  • Calendario eventi
x
  • Progetti
x
  • Concorsi
x
  • Dicono di noi
x
  • Gallerie fotografiche
x
  • Contattaci
x

Valid XHTML 1.0 Transitional

x
 
Il restauro della Vergine in gloria di Antonio Mondino (2012)

Il restauro del dipinto a olio su tela , opera di Antonio Mondino, datata 1626 e raffigurante la Vergine in gloria, è stato voluto dall'assessorato alla cultura del Comune di Varese, per porre rimedio all'incipiente fenomeno di sollevamento , distacco e caduta della pellicola pittorica. Il Soroptimist club di Varese ha contribuito al restauro in occasione della celebrazione del Sessantesimo di fondazione.

L'intervento è stato anticipato da una campagna di indagini non invasive per il riconoscimento dello stato di conservazione, dei materiali di impiego, della metodologia di applicazione degli stessi e l'individuazione della patologia del degrado.
L'intervento di restauro progettato è stato concepito con l'intento di alleggerire il più possibile la struttura, per un recupero della consistenza fisica e di una certa elasticità del supporto. A secco e con l'aiuto di lame particolari è stata asportata la maggior parte dell'adesivo di restauro residuo dalla tela originale e si sono trovate numerosissime " toppe " di sutura delle lacerazioni e della giunta longitudinale della tela che la percorreva integralmente. Le numerose lacerazioni e lacune sono state suturate e integrate con l'inserzione di fili di lino a titolo simile all'originale, al fine di poter ricostituire unitarietà alla compagine di trama e ordito. Il rinforzo delle stesse è stato possibile grazie anche all'applicazione di carta giapponese.

La pulitura a questo punto è stata calibrata e si sono messe in equilibrio le zone di chiaroscuro tenendo presente che esisteva ancora, soprattutto in corrispondenza dei colori più scuri, traccia dell'antica patina che volutamente è stata risparmiata. La stuccatura delle zone di lacuna e delle fenditure è stata eseguita a gesso e colla con l'aggiunta di una modesta quantità di pigmento color terra d'ombra naturale, per conferire una tonalità in linea con quella della preparazione originale. La superficie , una volta terminata l'integrazione pittorica è stata nebulizzata con resina naturale, calibrando le zone di maggiore o minore riflettenza, al fine di raggiungere uniformità della rifrazione della luce.

Documento in pdf da scaricare
 
 
   
x x x x x
   
©2012 Soroptimist International - Club di Varese Donne per i diritti, diritti per le donne
   
x x x x x